Claudio Coviello

Coviello 594701BADG ph Brescia e Amisano ©Teatro alla Scala

Nato a Potenza, si trasferisce a Roma nel 2002, dove inizia gli studi presso la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera diplomandosi nel 2009. Nel 2010 entra a far parte del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala dove partecipa alle produzioni di repertorio e alle nuove creazioni, nelle rappresentazioni al Teatro alla Scala e nel corso delle tournée. Ha danzato in Il lago dei cigni (Rudolf Nureyev), Le Spectre de la rose (Michail Fokin), Raymonda diPetipa-Glazunov (Jean de Brienne), Sogno di una notte di mezza estate di George Balanchine (Oberon), Giselle (Albrecht), Concerto DSCH di Alexei Ratmansky, Onegin di John Cranko (nel ruolo di Lenskij). Nel dicembre 2012 viene nominato Solista e dal dicembre 2013 è Primo Ballerino del Teatro alla Scala. Nel suo repertorio entrano Notre-Dame de Paris di Roland Petit(Quasimodo), Il lago dei cigni di Nureyev (Siegfried), Romeo e Giulietta di Kenneth MacMillan (Romeo) e L’histoire de Manon (Des Grieux). Prende parte ai balletti di Alexei Ratmansky (Russian Seasons; La Bella addormentata nel bosco, nel ruolo dell’Uccello azzurro e del principe Désiré; Il lago dei cigni, nel ruolo di Siegfried), di George Balanchine (Jewels - coppie principali di Emeralds e coppia principale di Rubies; Symphony in C coppia principale del terzo movimento), di Roland Petit (Pink Floyd Ballet e Le Jeune homme et la Mort), di Rudolf Nureyev (Don Chisciotte, nel ruolo di Basilio e La Bella addormentata nel bosco  Principe Désiré e Uccello Blu), di Nacho Duato (Lo schiaccianoci, Principe/Schiaccianoci), di Heinz Spoerli (tra gli interpreti principali di Cello Suites e Goldberg variationen); è Don Giovanni in Il giardino degli amanti di Massimiliano Volpini. In La Dame aux camélias di John Neumeier è nel ruolo di Armand Duval; è tra i protagonisti della creazione di Aszure Barton Mahler 10, di Woolf Works di Wayne McGregor (Evans in I now, I then e Becomings) e di Le Corsaire di Anna-Marie Holmes (Alì lo schiavo). Interpreta il ruolo di Aminta in Sylvia di Manuel Legris, titolo inaugurale della Stagione 2019-2020 di Balletto alla Scala, Sarcasmen (Hans van Manen), Le combat des anges (Roland Petit). Per la serata “A riveder le stelle” è tra gli interpreti di Verdi Suite, creazione di Manuel Legris; per “Grandi Momenti di Danza” interpreta Le Spectre de la rose, in “Omaggio a Nureyev” un assolo da Manfred e in “Serata Grandi Coreografi” la mazurka da Suite en blanc di Serge Lifar e riprende Le combat des anges. Nelle recite di "La Scala in città" danza il passo a due da Il lago dei cigni. Per La bayadère di Rudolf Nureyev, titolo inaugurale della Stagione 2021-2022, interpreta il ruolo di Solor e in Jewels di George Balanchine riprende il ruolo nella coppia solista di Rubies e di Emeralds. Per la produzione di Wayne McGregor AfteRite+LORE è nel cast di apertura della creazione LORE e di AfteRite . Per Lo schiaccianoci di Rudolf Nureyev, titolo di apertura della Stagione di Balletto 2022-2023, debutta nel ruolo protagonista del signor Drosselmeyer/Il Principe. Nella serata Dawson/Duato/Kratz/Kylián è tra i protagonisti della creazione Solitude Sometimes (Philippe Kratz) e Bella Figura (Jiří Kylián). In Le Corsaire di Manuel Legris interpreta il ruolo di Birbanto. Per “Serata William Forsythe – Blake Works V” è tra i protagonisti di Blake Works I. Nella ripresa di Romeo e Giulietta di Kenneth MacMillan del giugno/luglio 2023 torna in scena nel ruolo protagonista di Romeo e nel settembre 2023 nel ruolo di Siegfried in Il lago dei cigni, coreografia di Rudolf Nureyev. A novembre riprende il ruolo di Lenskij per Onegin di John Cranko. Prende parte alla produzione Coppélia, nuova creazione di Alexei Ratmansky che ha inaugurato la Stagione di Balletto 2023-2024, debuttando nel ruolo protagonista di Franz . Per il trittico Smith/León e Lightfoot/Valastro è tra i protagonisti di Reveal di Garrett Smith e di Memento, creazione di Simone Valastro. Nella terza edizione di Gala Fracci interpreta il ruolo di James nel passo a due dal secondo atto de La Sylphide di August Bournonville.

Riceve il Premio Danza&Danza come artista emergente per la stagione 2011. Nel settembre 2013 viene nominato “Danzatore italiano dell’anno” nella 41° edizione di "Positano premia la danza - Léonide Massine”. Viene proclamato “Danzatore dell’anno 2013” dalla rivista online “giornaledelladanza.com”. Unico italiano ad essere candidato al Premio Benois de la Danse 2014, si è esibito sul palco del Teatro Bol’šoj. Riceve il premio Danza&Danza 2019 nella categoria Migliori interpreti dell’anno.

Presenze in Stagione

Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko.ph Brescia e Amisano ©Teatro alla Scala (3)
Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko.ph Brescia e Amisano ©Teatro alla Scala (3)
Balletto

Coppélia

13 gennaio 2024
MEMENTO ph Brescia e Amisano ©Teatro alla Scala (6)
MEMENTO ph Brescia e Amisano ©Teatro alla Scala (6)
Balletto

Smith/León e Lightfoot/Valastro

7 febbraio 2024, 9 febbraio 2024, 10 febbraio 2024, 15 febbraio 2024, 16 febbraio 2024, 18 febbraio 2024
Fracci Gala 2024 ph Lelli e Masotti © Teatro alla Scala
Fracci Gala 2024 ph Lelli e Masotti © Teatro alla Scala
Balletto

Gala Fracci

19 aprile 2024
La bayadère - al centro Massimo Garon ph Brescia e Amisano © Teatro alla Scala
La bayadère - al centro Massimo Garon ph Brescia e Amisano © Teatro alla Scala
Balletto

La bayadère

8 giugno 2024
L'histoire de Manon Nicoletta Manni Mick Zeni Timofej Andrijashenko e il Corpo di Ballo ph Brescia e Amisano ©Teatro alla Scala
L'histoire de Manon Nicoletta Manni Mick Zeni Timofej Andrijashenko e il Corpo di Ballo ph Brescia e Amisano ©Teatro alla Scala
Balletto

L'histoire de Manon

16 luglio 2024, 18 luglio 2024