Ambrogio Maestri

Maestri_photo1_DarioAcosta

Basso. Nato a Pavia, ha debuttato nel 2001 nello storico allestimento strehleriano del Falstaff diretto da Muti alla Scala e a Busseto e con Muti ha interpretato al Piermarini alcuni dei più emblematici ruoli verdiani, quali Jago (Otello), Renato (Un ballo in maschera), Don Carlo di Vargas (La forza del destino), Germont (La traviata). Ospite regolare dei più prestigiosi enti lirici, quali il Metropolitan di New York, l’Opéra de Paris, la Royal Opera House Covent Garden di Londra, la Staatsoper di Vienna e la Deutsche Oper di Berlino, prosegue il suo percorso verdiano con il Conte di Luna (Il trovatore), Amonasro (Aida), Rolando (La battaglia di Legnano), Simon Boccanegra, Rigoletto e Nabucco. Nel 2006 debutta nell’Elisir d’amore a Parigi. Negli ultimi anni affronta Puccini e il verismo, interpretando Tosca a Torre del Lago, Cavalleria rusticana al Metropolitan e Pagliacci alla Scala. Continua a portare Falstaff sulle scene di tutto il mondo: nell’anno verdiano 2013 è Sir John alla Scala, all’Opéra parigina, al Festival di Salisburgo, a Zurigo, Monaco e Tokyo, festeggiando la duecentesima recita al Metropolitan. Ha collaborato con tutti i più grandi direttori d’orchestra e registi del nostro tempo. Nel 2012 Ferzan Ozpetek, che lo aveva diretto nell’Aida al Maggio Musicale Fiorentino, gli ha offerto una parte nel suo film "Magnifica presenza".

Gli impegni recenti comprendono Tosca all’Opéra national de Paris, Aida alla Royal Opera House, il trittico pucciniano a Barcellona e L’elisir d’amore al Metropolitan; sarà poi in Tosca a Bologna, in Adriana Lecouvreur a Parigi e nell’Elisir d’amore alla Bayerische Staatsoper.

Presenze in Stagione

664582BADG ph Brescia e Amisano ©Teatro alla Scala
664582BADG ph Brescia e Amisano ©Teatro alla Scala
Opera

Don Pasquale

11 maggio 2024, 17 maggio 2024, 25 maggio 2024, 28 maggio 2024, 31 maggio 2024, 4 giugno 2024