print

Lohengrin

Richard Wagner

Nuova produzione Teatro alla Scala


 

Dal 7 al 27 Dicembre 2012

Durata spettacolo: 4 ore e 50 minuti inclusi intervalli

Cantato in tedesco con videolibretti in italiano, inglese, tedesco

L'opera in poche righeApri 
È la storia del cavaliere del cigno, il principe del cristianesimo che viene in soccorso della mite Elsa di Brabante, per salvarla dall’infamante accusa di fratricidio. La scomparsa di Gottfried, fratello di Elsa, è in realtà una fattura della strega Ortruda, appartenente al mondo delle oscure divinità della Germania arcaica. Lohengrin chiede Elsa in sposa, ma nell’anonimato: come custode del Santo Graal, non può far sapere chi è e da dove viene. Ma la fanciulla è troppo debole e, rosa dal dubbio, pretende di conoscere la sua identità. Lui l’accontenta, ma deve ripartire per sempre, questa volta con la barca trascinata da una colomba in volo.

Per la prima opera in cui Wagner ha intessuto una fitta rete di simbolici motivi musicali vi sarà la bacchetta di Barenboim. L’allestimento è curato dal regista Claus Guth, che tanto si è fatto ammirare la scorsa Stagione nella Donna senz’ombra di Strauss.

Direzione 

Direttore
Daniel Barenboim
Regia
Claus Guth
Scene e costumi
Christian Schmidt
Coreografia
Volker Michl
Luci
Olaf Winter
Drammaturgia
Ronny Dietrich
Maestro d’armi
Renzo Musumeci Greco

CAST 

Heinrich der Vogler
René Pape
Lohengrin
Jonas Kaufmann
Elsa von Brabant
Annette Dasch (7)
Ann Petersen (11, 14)
Anja Harteros (18, 21, 27)
Friedrich von Telramund
Tómas Tómasson
Ortrud
Evelyn Herlitzius
Der Heerrufer des Königs
Zeljko Lucic

Cambio Cast 7 dicembre - Annette Dasch da Bayreuth alla Scala
A causa del perdurare di una forma influenzale, la Signora Anja Harteros è costretta a rinviare il suo debutto nel Lohengrin che inaugura la Stagione 2012/2013. Avendo contratto analoga indisposizione anche la Signora Ann Petersen, la parte di Elsa sarà cantata da Annette Dasch, che dal 2010 interpreta il ruolo al Festival wagneriano di Bayreuth.
Il Teatro alla Scala ringrazia sentitamente la Signora Dasch, che è giunta nella notte a Milano e con la sua generosa disponibilità ha dato un segno di attaccamento al Teatro e di amicizia alla Scala.

CERCALA MIA SCALA
  English
Teatro alla Scala