print
© Toni Suter

Der fliegende Holländer

Richard Wagner

Nuova produzione Teatro alla Scala
In coproduzione con Opernhaus di Zurigo;
Den Norske Opera & Ballett, Oslo

Dal 28 Febbraio al 15 Marzo 2013

Durata spettacolo: 2 ore e 45 minuti incluso intervallo

Cantato in tedesco con videolibretti in italiano, inglese, tedesco

L'opera in poche righeApri 
Dopo Falstaff, il mitico baritono Bryn Terfel torna a vestire i panni dell’olandese fantasma, condannato a girovagare per i mari in tempesta fino a quando una donna non lo ami al punto di sacrificarsi per lui.

Il primo originale capolavoro di Wagner ha molti pregi: una forza musicale schiacciante, grande freschezza inventiva e, una volta tanto, persino la brevità. E la grande “opera romantica” viene qui offerta con forze nuove della scena internazionale. Abbiamo infatti un’altra nuova produzione, curata dal regista Andreas Homoki, che abdica alle scoscese coste norvegesi indicate dalle didascalie originali, in favore della più popolata e apparentemente civilizzata epoca coloniale di fine Ottocento, tempo dell’anziano Wagner e periodo di grandi viaggi.

L’elemento fantastico e gli elementi magico-soprannaturali della storia avranno un corrispettivo nelle scenografie; e forse risulteranno ancora più appariscenti e sorprendenti in un contesto meno naturalistico del solito.

Direzione 

Direttore
Hartmut Haenchen
Regia
Andreas Homoki
Scene e Costumi
Wolfgang Gussmann
Luci
Franck Evin

CAST 

Daland, ein norwegischer Seefahrer
Ain Anger
Senta, seine Tochter
Anja Kampe
Erik, ein Jäger
Klaus Florian Vogt (28 feb.; 3, 6, 9, 12 mar.)
Marco Jentzsch (15 mar.)
Mary, Sentas Amme
Rosalind Plowright
Der Steuermann Dalands
Dominik Wortig
Der Holländer
Bryn Terfel
Con il sostegno di
CERCALA MIA SCALA
  English
Teatro alla Scala