print

Macbeth

Giuseppe Verdi

Soggetto

Atto primo

Bosco

Tre crocchi di streghe appaiono fra lampi e tuoni intonando un coro che culmina in una ridda infernale («Le sorelle vagabonde / van per l’aria, van sull’onde»). Entrano Macbeth e Banco, generali dell’esercito scozzese, ai quali le streghe predicono un fausto futuro:Macbeth sarà presto nominato signore di Caudore dal re di Scozia Duncano, e poi ascenderà al trono; Banco, pur senza mai regnare, avrà una discendenza regale. Lo stupore dei due raggiunge il culmine quando i messaggeri del re comunicano a Macbeth che Duncano lo ha eletto signore di Caudore.Usciti di scena i due generali col loro seguito, le streghe cantano la “stretta dell’introduzione” («S’allontanarono!»).

Atrio nel castello di Macbeth

Entra Lady Macbeth leggendo una lettera del marito che la informa delle predizioni delle streghe. L’Andantino della sua Cavatina esprime la bramosia di potere che la invade («Vieni! t’affretta! Accendere»); saputo da un servo dell’arrivo imminente del marito e del re Duncano che sarà loro ospite per quella notte, dà sfogo ai suoi propositi criminali: Lady Macbeth ha infatti concepito di assassinare Duncano per consentire allo sposo di cingere la corona di Scozia (cabaletta: «Or tutti sorgete, ministri infernali»). Entra Macbeth col seguito del re. Egli indugia: soltanto la determinatezza della consorte riesce a spingerlo a compiere il delitto. La scena culmina in un duetto della coppia scellerata («Fatal mia donna! un murmure») durante il quale Macbeth, in preda ai rimorsi, non osa riportare il pugnale nella stanza del delitto; Lady Macbeth strappa allora l’arma insanguinata dalle mani del marito e non esita a riportarla lei stessa nel luogo dove è avvenuto il regicidio perché la colpa ricada sulle guardie.
Scoperto l’omicidio di Duncano, il nobile Macduff ne informa atterrito i cortigiani. L’atto si chiude nello sgomento generale («Schiudi, inferno, la bocca ed inghiotti»).

Atto secondo

Stanza nel castello

Entrano Macbeth, divenuto re, e Lady Macbeth. Anche la seconda profezia si è dunque avverata:Malcolm, figlio di Duncano, è fuggito nella vicina Inghilterra, suscitando il sospetto di avere ucciso il padre. Ma le streghe hanno predetto il trono al figlio di Banco: entrambi devono quindi essere eliminati. La regina, rimasta sola, invoca le tenebre perché nascondano il “nuovo delitto” («La luce langue, il faro spegnesi»).Parco.Compare un coro di sicari che aspetta al varco Banco. Quest’ultimo entra in scena col figlio Fleanzio «pien di tristo presagio e di sospetto». Banco viene trucidato, ma Fleanzio riesce a fuggire.

Magnifica sala

Durante un banchetto, Macbeth è informato della morte di Banco e della fuga di suo figlio. Nel frattempo la regina intrattiene gli ospiti che affollano le sale del castello, cantando un brindisi («Si colmi il calice»). Ma i festeggiamenti sono presto interrotti dall’apparizione dello spettro di Banco che, invisibile a tutti, si mostra minaccioso a Macbeth. Invano Lady Macbeth cerca di riportare la serenità fra gli ospiti: il Finale si chiude con un concertato di sgomento durante il quale Macbeth decide di interrogare ancora le streghe per conoscere il suo futuro.

Atto terzo

Un’oscura caverna

Le streghe intonano il loro coro di incantesimo («Tre volte miagola»); entra Macbeth che assiste alla profezia delle streghe (“Gran Scena delle Apparizioni”). I responsi ricevuti rassicurano, almeno in parte, Macbeth: pur ammonendolo a guardarsi da Macduff, le “misterïose donne” gli hanno infatti garantito che nessun uomo nato da una donna potrà sconfiggerlo e che la sua potenza non cesserà finché la foresta di Birnam non muoverà contro di lui. Macbeth si appresta pertanto a uccidere Macduff e a sterminarne la famiglia.

Atto quarto

Luogo deserto ai confini della Scozia e dell’Inghilterra

La scena inizia con un coro di profughi fuggitidalle persecuzioni di Macbeth in Scozia(«Patria oppressa!»). Malcolm, confidando nell’aiuto dell’Inghilterra, ha però radunato un esercito pronto a invadere la Scozia. Anche Macduff, dopo lo sterminio della sua famiglia, si è unito ai combattenti. Malcolm esorta tutti affinché, per celarsi al nemico, avanzino nascosti dai rami strappati dalla vicina foresta di Birnam.

Sala nel castello di Macbeth

“Gran Scena del Sonnambulismo.” In preda agli incubi della pazzia, Lady Macbeth rivive nel sonno l’omicidio del re Duncano, confessando i crimini compiuti.

Sala nel castello

Informato della morte della consorte, Macbeth si appresta a fronteggiare l’esercito nemico. All’annuncio che «la foresta di Birnam si muove», il re comprende che le profezie delle streghe si stanno avverando. Pianura circondata da alture e boscaglie.

Scena della battaglia

I soldati di Malcolm gettano i rami della foresta di Birnam e attaccano i guerrieri di Macbeth, costringendoli alla fuga. Il re è fronteggiato da Macduff che, prima di colpirlo, gli rivela di non essere nato da una donna ma di essere stato estratto a forza dal corpo materno. Macbeth cade sotto i colpi di Macduff. L’esercito vittorioso acclama Malcolm re di Scozia.

CERCALA MIA SCALA
  English
Teatro alla Scala