Home –  Stagione 2018-2019 –  Opera – 

La traviata

  • La traviata ph Marco Brescia  502938MBDG
  • 12 Myung Whun Chung ph Brescia e Amisano 531036MBDG
  • cavani
  • Marina Rebeka  ph Dario Acosta
  • YONCHEVA 3
  • Francesco Meli K61A2061 ph Brescia e Amisano
  • Benjamin Bernheim by Christian Clavadetcher 5
  • Leo Nucci
  • domingo gallery
  • Chiara Isotton 1 2015
  • Alessandro Spina
  • Costantino Finucci
Dall'11 Gennaio al 17 Marzo 2019
Giuseppe Verdi

Durata spettacolo: 3 ore e 20 minuti inclusi intervalli

Coro, Corpo di Ballo e Orchestra del Teatro alla Scala

Produzione Teatro alla Scala

 

Direttore

Myung-Whun Chung

Marco Armiliato (12, 14, 17 mar.)

Regia Liliana Cavani
Scene Dante Ferretti
Costumi Gabriella Pescucci
Coreografia Micha Van Hoecke
Luci Marco Filibeck

CAST

Violetta

Marina Rebeka (11, 13, 16, 20, 22, 27 gen.; 2, 5, 8 feb.)

Sonya Yoncheva (12, 14 e 17 mar.) 

Flora Chiara Isotton
Alfredo Germont

Francesco Meli (11, 13, 16, 20, 22, 27 gen.; 12, 14, 17 mar.)

Benjamin Bernheim (2, 5 e 8 feb.)

Giorgio Germont

Leo Nucci (11, 13, 16, 20, 22, 27 gen.; 2, 5, 8 feb.)

Plácido Domingo (12, 14, 17 mar.)

Gastone Riccardo Dalla Sciucca
Barone Douphol Costantino Finucci
Dr. Grenvil Alessandro Spina

 

L'OPERA IN POCHE RIGHE
 

Il percorso verdiano intrapreso da Myung-Whun Chung alla Scala con Simon Boccanegra e Don Carlo prosegue con La traviata, titolo particolarmente congeniale alla sua sensibilità. Nelle dodici recite si alternano due cast di grande richiamo: nella parte di Violetta sono protagoniste le due cantanti oggi di riferimento, Marina Rebeka e Sonya Yoncheva, mentre come Alfredo si ascolteranno Francesco Meli, già applaudito accanto a Anna Netrebko nel 2017, e l’emergente Benjamin Bernheim. Germont padre avrà le voci di due monumenti del canto verdiano, Plácido Domingo e Leo Nucci. Torna il sontuoso allestimento firmato da Liliana Cavani per la regia, dal premio Oscar Dante Ferretti per le scene e da Gabriella Pescucci per i costumi che nel 1990 riportò il titolo alla Scala sotto la direzione di Riccardo Muti: una produzione che valorizza la qualità dei laboratori scaligeri.