Home –  Stagione 2018-2019 –  Opera – 

Die ägyptische Helena

  • K61A8789
  • 2333
  • 017 K65A5763
  • 067 K61A9352
  • 068 K65A5851
  • 071 K65A5855
  • 074 K65A5857
  • 075 K61A9386
  • 091 K65A5896
  • 101 K65A5964
  • 125 K65A6041
  • 106 K61A9630
  • 132 K65A6059
  • 142 K65A6113
  • 169 K65A6172
  • 186 K61A9977
  • 202 K65A6271
  • Franz Welser Most ph Brescia e Amisano 663971BADG
  • Andreas Schager
  • Ricarda Merberth ph Mirko Joeger Kellner
  • Sven Eric Bechtolf 658208BADG ph Brescia e Amisano
  • Thomas Hampson 9313
  • Eva Mei ph Brescia e Amisano 663216BADG
Ph. Marco Brescia & Rudy Amisano
Dal 6 al 23 Novembre 2019
Richard Strauss

Durata spettacolo: 2 ore e 43 minuti incluso intervallo

Coro e Orchestra del Teatro alla Scala

Nuova Produzione Teatro alla Scala

Prima esecuzione al Teatro alla Scala 

 

PRIMO ATTO 61 minuti / Intervallo 30 minuti / SECONDO ATTO 72 minuti

 

Direttore  Franz Welser-Möst
Regia  Sven-Eric Bechtolf
Scene  Julian Crouch
Costumi Mark Bouman
Luci Fabrice Kebour
Video - designer Josh Higgason

CAST

Helena

Ricarda Merbeth

Menelao

Andreas Schager

Hermione Caterina Maria Sala*
Aithra Eva Mei
Altair Thomas Hampson
Da -Ud Attilio Glaser
Die allwissende Muschel Claudia Huckle
Elfo 1 Noemi Muschetti*
Elfo 2 Arianna Giuffrida*
Elfo 3 Alessandra Visentin
Elfo 4 Valeria Girardello*
Serva di Aithra 1 Tajda Jovanovič
Serva di Aithra 2 Valeria Girardello

 

*Soliste dell'Accademia Teatro alla Scala

 

La rappresentazione del 9 novembre verrà trasmessa in diretta su RAI RADIO 3

 

Sarà possibile prepararsi all'ascolto dell'opera, 45 minuti prima dell'inizio di ciascuna recita, con una conferenza introduttiva, tenuta dal Prof. Claudio Toscani, aperta a tutti gli spettatori muniti di biglietto presso il Ridotto dei palchi "A.Toscanini".

 

L'OPERA IN POCHE RIGHE
 

Il secondo titolo straussiano diretto da Franz Welser-Möst è anche, dopo Die tote Stadt, la seconda opera della Stagione che non è mai stata rappresentata alla Scala. Die ägyptische Helena, presentata alla Semperoper di Dresda nel 1928, è un frutto della collaborazione tra Strauss e Hugo von Hofmannsthal che si spirò a Euripide e Stesicoro per creare una lussureggiante fantasia in cui personaggi della tradizione classica agiscono su uno sfondo esotico e favoloso. La vicenda di Elena che sfugge all’ira del tradito Menelao grazie alla protezione della ninfa Etra che lo convince che a Troia sia andato solo il fantasma della donna, rimasta al sicuro in Egitto, offre a Strauss il materiale per creare una partitura immaginifica e di straordinaria ricchezza. La nuova produzione di Sven-Eric Bechtolf si avvale di un cast di prim’ordine formato da Ricarda Merbeth, già applaudita alla Scala in Wozzeck, l’Heldentenor di riferimento Andreas Schager, Eva Mei e Thomas Hampson.