Home –  Stagione 2018-2019 –  Opera – 

Chovanščina

  • Valery Gergiev ph Brescia e Amisano 589323BADG
  • Mario Martone e Margherita Palli ph Brescia e Amisano 661280BADG
  • Mikhail Petrenko
  • Ekaterina Semenchuk,
Ph. Marco Brescia & Rudy Amisano
Dal 27 Febbraio al 29 Marzo 2019
Modest Petrovič Musorgskij

Durata spettacolo: 4 ore e 05 minuti inclusi intervalli

Coro e Orchestra del Teatro alla Scala

Nuova produzione Teatro alla Scala

 

Direttore Valery Gergiev
Regia Mario Martone
Scene Margherita Palli
Costumi Ursula Patzak
Luci Pasquale Mari

CAST

Ivan Chovanskij

Mikhail Petrenko

Sergei Alexashkin (24 mar.)

Marfa Ekaterina Semenchuk
Andrej Chovanskij Sergei Skorokhodov
Vasilij Golicyn Evgeny Akimov
Fëdor Saklovityj Alexey Markov
Dosfej Stanislav Trofimov
Uno scrivano Maxim Paster
Emma Evgenia Muraveva

 

 

L'OPERA IN POCHE RIGHE
 

Il grande repertorio russo torna alla Scala con un’importante nuova produzione del capolavoro di Musorgskij. La rivolta dei Vecchi Credenti guidati dal principe Chovanskij contro le spinte innovatrici di Pietro il Grande sarà fatta rivivere da Mario Martone, esperto narratore di affreschi storici e regista di scene di massa, tra le scenografie di Margherita Palli. Sul podio torna Valery Gergiev, già interprete trascinante dell’edizione del 1998, mentre nel cast insieme al Chovanskij di Mikhail Petrenko e alla Marfa di Ekaterina Semenchuk spicca, al debutto scaligero, Evgenia Muraveva che ha conquistato l’attenzione internazionale sostituendo Nina Stemme in Una Lady Macbeth del distretto di Mcensk a Salisburgo nel 2017. Chovanščina, titolo imponente e grandioso le cui necessità sceniche e musicali spaventano molti teatri, è però storicamente presente alla Scala, anche in produzioni del Bol’šoj: da ricordare almeno l’interesse di Gianandrea Gavazzeni, che la diresse nel 1967 e nel 1971, e lo spettacolo di Yuri Ljubimov del 1981.