Home –  Stagione 2018-2019 –  Opera – 

Attila

  • Attila Poster sito
  • Trailer Attila
  • lwPfO2MTEL8
  • 010 K65A7882
  • scena iniziale
  • Senza titolo 3
  • 220 K61A1669
  • Senza titolo 5
  • 124 K65A5609
  • 156  Saioa Hernandez
  • Senza titolo 1
  • 081 K65A8053
  • Attila   Hernandez
  • 169 K61A1495
  • Senza titolo 4
  • 296 K65A6101
  • 128 K61A1387
  • 166 K65A8335
  • 262 K65A8618
  • 211  Ildar Abdrazakov
  • Chailly Intervista sito
  • Livermore Intervista
  • Intervista a Ildar e Saioa
  • Teaser Attila
  • Attila
  • Attila7
  • Attila3
  • Attila5
  • Attila2
  • K65A5845
  • K65A9757
  • K65A2459
  • K65A9868
  • K65A9704
  • K65A9977
  • K65A9980
  • K65A9406
  • K65A2801
  • K65A2454
  • 036 K61A7282 Chailly Riccardo 2017
  • CUT David Livermore ph Brescia e Amisano © Teatro alla Scala  644738BADG
  • Ildar Abdrazakov ph Brescia e Amisano 638606BADG
  • Saioa Hernandez ph Lourdes Balduque Gallery
  • Fabio Sartori photo1 Victor Santiago
  • Francesco Pittari
  • Petean
Dall'11 Dicembre 2018 al 8 Gennaio 2019
Giuseppe Verdi

Durata spettacolo: 2 ore e 20 minuti incluso intervallo

Coro e Orchestra del Teatro alla Scala

Coro di Voci Bianche dell'Accademia Teatro alla Scala

Nuova produzione Teatro alla Scala

 

PRIMA PARTE 73 minuti / Intervallo 35 minuti / SECONDA PARTE 47 minuti

Direttore Riccardo Chailly
Regia Davide Livermore
Scene Giò Forma
Costumi Gianluca Falaschi
Luci Antonio Castro
Video D-wok

CAST

Attila Ildar Abdrazakov
Odabella Saioa Hernández
Ezio George Petean
Foresto Fabio Sartori
Uldino Francesco Pittari
Leone Gianluca Buratto

 

L'OPERA IN POCHE RIGHE
 

Il 7 dicembre torna verdiano con Attila, nona opera del compositore andata in scena al Teatro La Fenice nel 1846. Il Direttore Musicale Riccardo Chailly approfondisce la lettura delle opere del giovane Verdi dopo aver inaugurato la Stagione 2015/2016 con Giovanna d’Arco, che vide la luce nel 1845, e prosegue con il regista Davide Livermore una collaborazione che alla Scala ha già avuto un esito felice con Don Pasquale di Donizetti. Con Livermore tornano gli scenografi dello Studio Giò Forma, garanzia di equilibrio tra eleganza visuale e innovazione tecnologica, e il costumista Gianluca Falaschi. Opera complessa in cui Verdi sperimenta nuovi percorsi tra ambientazione storica, impatto spettacolare, squarci psicologici e incertezze morali, Attila chiede ai cantanti slancio e sicurezza ma anche capacità di trovare accenti e sfumature. Protagonista è Ildar Abdrazakov, basso di riferimento dei nostri anni, mentre la difficile parte di Odabella è affidata a Saioa Hernández, che debutta alla Scala dopo una rapida ascesa tra le più interessanti voci emergenti. Foresto ha lo squillo sicuro di Fabio Sartori, mentre nella parte di Ezio torna George Petean.