Home –  Stagione 2017-2018 –  Opera – 

Fin de partie

  • kurtag
  • pierre audi
  • Olsen Frodeghtdehrt6j
  • cortellazzi
Ph. Andrea Felvégi
Dal 15 al 25 Novembre 2018
György Kurtág

Versione drammaturgica di György Kurtág dal dramma di Samuel Beckett

 

Prima esecuzione mondiale

Orchestra del Teatro alla Scala
Nuova Produzione Teatro alla Scala in coproduzione con De Nationale Opera, Amsterdam

 

Direttore  Markus Stenz
Regia  Pierre Audi
Scene e costumi Christof Hetzer
Luci Urs Schönebaum

CAST

Hamm Frode Olsen
Clov Leigh Melrose
Nell Hilary Summers
Nagg Leonardo Cortellazzi

 

L'OPERA IN POCHE RIGHE

 

György Kurtág, universalmente considerato tra i maggiori compositori viventi, non aveva mai scritto un’opera. Lo fa all’età di novant’anni, convinto dalla tenacia di Alexander Pereira, applicando il suo stile scarno, concentrato, intensamente espressivo al classico di Samuel Beckett del 1957: un avvenimento la cui portata non investe solo l’ambito musicale ma si estende ai territori del Teatro e della Letteratura. Il titolo, Finale di partita, indica la situazione ricorrente negli scacchi in cui l’esito della partita è segnato ma i giocatori inesperti continuano a muovere i pezzi a vuoto senza rendersi conto che non esiste speranza. In questa situazione si trovano i protagonisti Hamm e Clov, che trascorrono giornate sempre uguali in una casa che condividono con i genitori di Hamm, privi delle gambe e sistemati in due bidoni della spazzatura. La prima assoluta sarà diretta da Markus Stenz, mentre lo spettacolo porta la firma di uno dei più autorevoli registi della scena internazionale, Pierre Audi, che con questo importante progetto debutta alla Scala. I cantanti, che giungeranno alla prima dopo due anni di prove e di attento lavoro sulle minime sfumature del testo e della musica, sono Frode Olsen, Leigh Melrose, Hilary Summers e Leonardo Cortellazzi.