Home –  Stagione 2017-2018 –  Balletto – 

Goldberg-Variationen

Ph. Peter Schnetz
Dal 25 Gennaio al 22 Marzo 2018
Johann Sebastian Bach

Durata spettacolo: 1 ora e 25 minuti

Corpo di Ballo del Teatro alla Scala

Nuova produzione Teatro alla Scala

Musica Johann Sebastian Bach
Coreografia Heinz Spoerli
Pianoforte Alexey Botvinov
Scene e costumi Keso Dekker
Luci  Martin Gebhardt

IL BALLETTO IN POCHE RIGHE

 

Per undici recite, fra gennaio e marzo Goldberg – Variationen, coreografia celeberrima di Heinz Spoerli sulle note di Johann Sebastian Bach, con cui prosegue dopo il grande successo riscosso nel 2017 da Progetto Händel di Mauro Bigonzetti il progetto di balletti su musica da camera, che dà  ai danzatori e al pubblico la possibilità di alternare alle grandi produzioni spettacoli più intimi, in cui emergono le qualità dei singoli danzatori in un dialogo raffinato e quasi personale tra palcoscenico e platea, e che proprio con Spoerli si è inaugurato nel 2015. In Cello Suites era il violoncello a dialogare con i corpi dei danzatori sulle note di Bach; ora per questo balletto, creato nel 1993, che arriva alla Scala per la prima volta, sarà il pianoforte a interagire con il movimento, nel dipanarsi nell’architettura bachiana attraverso soli, duetti o momenti di gruppo, in una sofisticata produzione ricca di energia, dinamismo e grande lirismo. Per Spoerli le Variazioni Goldberg sono come la vita mentre passa, si creano legami, si uniscono coppie e poi via verso l’indifferenza; cosi nella vita, incontriamo persone poi ci si allontana, e con l’esperienza cambiano valutazioni e certezze: il coreografo offre una sua riflessione, disegnando un arco coreografico in una fluidità incessante, senza connotazioni temporali, nel suo scorrere, con luci ed ombre, musica e movimento. Produzione profondamente ispirata, costruzione coreografica stupefacente; al pianoforte Alexey Botvinov con un primato di esecuzione dal vivo delle Variazioni Goldberg, oltre 290, compreso questo balletto, sin dalla sua creazione.