Home –  Stagione 2016-2017 –  Opera – 

Madama Butterfly - Anteprima dedicata ai Giovani

  • Butterfly Gallery 1
  • Cattura 360 madama GIUSTO
  • Riccardo Chailly ph Brescia e Amisano 621837BADG
  • Alvis Hermanis ph Brescia e Amisano 636334BADG
  • video butterfly
  • Cattura anteprima butterfly under30
  • ridotto galleru
  • ridotto 4
  • ridotto 2
  • ridotto 1
4 Dicembre 2016
Giacomo Puccini

Versione originale Milano 1904

 

Tragedia giapponese in due atti

Libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica

(Ricostruzione della 1ª versione 1904 di Julian Smith;

Casa Ricordi, Milano)

 

Coro e Orchestra del Teatro alla Scala
Nuova produzione Teatro alla Scala

Durata spettacolo: 03 ore e 05 minuti incluso intervallo

Direttore  Riccardo Chailly
Regia  Alvis Hermanis
Scene Alvis Hermanis e Leila Fteita
Costumi Kristine Jurjāne
Luci Gleb Filshtinsky
Video  Ineta Sipunova
Coreografia Alla Sigalova
Drammaturgo Olivier Lexa

CAST

Madama Butterfly

(Cio-Cio-San)

Maria José Siri    

Suzuki Annalisa Stroppa
Kate Pinkerton Nicole Brandolino
F.B. Pinkerton Bryan Hymel
Sharpless Carlos Álvarez
Goro Carlo Bosi
Il Principe Yamadori Costantino Finucci
Lo zio bonzo Abramo Rosalen
Yakusidé Leonardo Galeazzi
Commissario imperiale Gabriele Sagona
L'Ufficiale del registro Romano dal Zovo
La madre di Cio-Cio San Marzia Castellini
La zia di Cio-Cio San Maria Miccoli
La cugina di Cio-Cio San Roberta Salvati

 

Avvisiamo il gentile pubblico che per l’Anteprima di Madama Butterfly del 4 dicembre oltre al biglietto per lo spettacolo, verrà richiesta, da parte delle maschere all’ingresso, l’esibizione di un documento d’identità comprovante l’età anagrafica.

Per l'Anteprima di Madama Butterfly le porte del Teatro apriranno alle 17. Consigliamo di presentarsi all'ingresso almeno 30 minuti prima dell'inizio dello spettacolo.

 

L'OPERA IN POCHE RIGHE

Madama Butterfly nacque alla Scala nel febbraio 1904, e fu contestatissima: vittima certo di un agguato organizzato dai nemici del compositore e del suo editore, ma forse anche della sorpresa del pubblico di fronte a un’opera cruda e innovativa, che guardava da pari a pari agli sviluppi più recenti del teatro musicale europeo. Puccini corse ai ripari tagliando, aggiustando, e tre mesi dopo l’opera conquistò al Grande di Brescia il successo che l’avrebbe poi accompagnata sempre e in tutto il mondo. Dopo Turandot e La fanciulla del West Riccardo Chailly prosegue nel percorso di rilettura critica delle opere pucciniane proponendo per il suo secondo 7 dicembre da Direttore Principale la prima versione scaligera: un atto di riparazione verso Puccini ma soprattutto l’occasione di riscoprire, accanto alle varianti successive, una Butterfly ancora più audace nel disegno drammaturgico. La regia è di Alvis Hermanis, già apprezzato alla Scala per le nuove produzioni de Die Soldaten di Zimmermann e I due Foscari di Verdi, e il cast ruota intorno alla Cio-Cio San di Maria José Siri, soprano emergente sui maggiori palcoscenici internazionali.

Con il sostegno di
intesasanpaolo bancadlemonte